Come si ricaricano le cuffie Bluetooth

Ricaricare le cuffie Bluetooth? Niente di più facile, anche se l’operazione può variare da modello a modello. Nelle Bluedio T5, ad esempio, la ricarica ricalca le stesse modalità delle micro Usb e segue i seguenti step: inserimento della tipo-C nella porta dedicata alle cuffie, collegamento dell’altro capo del filo di ricarica nel caricatore da muro o in una porta Usb del pc o del notebook. Se c’è differenza può interessare la velocità della porta Usb del computer o la tipologia dell’alimentatore da muro, che dev’essere sempre più potente di un comune caricatore micro Usb. Se così non fosse, niente paura, la ricarica procederà comunque, in quanto la Usb tipo-C è in grado di supportare anche il tipo Usb 2,0. Altro discorso se si devono ricaricare le AirPods, ossia le cuffie Bluetooth di Apple, ma anche qui la ricarica è un gioco da ragazzi.

Tutto sta nella custodia degli auricolari, basterà alloggiarle per conoscere in tempo reale il grado di carica delle relative batterie e guardare il sensore luminoso fra le cuffiette che s’illumina di verde quando la ricarica è completa, di giallo se manca ancora un po’. Quando, poi, si dovrà ricaricare anche la custodia ci si potrà avvalere del cavo Lightning fornito nel kit della confezione al momento dell’acquisto delle AirPods. Il cavo andrà collegato da un lato alla porta d’ingresso presente nella custodia e l’altro capo alla rete elettrica mediante un’altra porta Usb del pc o mediante un caricatore. Per vedere il livello di ricarica della custodia basterà staccare gli auricolari dall’alloggiamento della stessa.

Come si può vedere, niente di più semplice. La ricarica delle cuffie Bluetooth è quanto di più facile e intuitivo si possa fare, basta individuare da subito il giusto cavo e dotarsi se necessario di un caricatore da parete. Si consiglia di non aspettare che la batteria delle cuffie si scarichi del tutto, ma di procedere alle ricariche con puntualità e costanza, in modo da ritrovarsi sempre con una sufficiente riserva di carica, anche quando si è nelle condizioni di non poter procedere all’operazione. Per fortuna i migliori modelli sono equipaggiati anche per questa evenienza, in quanto dispongono di cavetto audio da collegare allo smartphone o al portatile per ricariche ‘last minute’.