Di testa o di ‘pancia’? Come si sceglie un fornetto elettrico per pizza

La voglia di pizza ha fatto impennare la domanda di fornetti elettrici per preparare sublimi margherite e capricciose fra le mura domestiche.  Fare la pizza in casa è tornato di moda, vuoi per l’esigenza di sapere cosa si mangia che per la convenienza di impastare o scongelare la pizza desiderata senza dover andare ogni volta in pizzeria o farsela portare a casa dal pony express o dal servizio a domicilio. Oggi con i moderni fornetti elettrici per pizza non c’è più niente da invidiare al pizzaiolo o al forno a legna della trattoria sotto casa, perché questi nuovi modelli sfornano delle pizze coi fiocchi in pochi minuti e senza fatica o dispendio di soldi e risorse. Basterà acquistare il fornetto ad hoc per potersi fare la pizza in casa ogni volta che se ne ha voglia.

Esistono in commercio linee di modelli per pizza lanciati da grandi e piccoli brand specializzati in elettrodomestici da cucina, che farebbero impallidire anche la crema dei pizzaioli partenopei. Sempre attenti al risultato, questi fornetti sfruttano metodi di cottura tradizionali che, però, si avvalgono anche dei moderni ritrovati della tecnologia che anche qui ha seminato dando buoni frutti. I risultati si riassumono in una varietà di fornetti multiuso che si differenziano per capienza, funzioni e metodi di cottura, oltre che per il corredo di accessori compresi nel kit al momento dell’acquisto. I fornetti differiscono anche nel design e se alcuni sono rotondi e vivaci nei colori accesi, per evocare rosse fumanti e ospitare al meglio una buona pizza al piatto, altri si ispirano ad atmosfere vintage o, all’opposto, a stili ultramoderni. Insomma, ce n’è davvero (è proprio il caso di dirlo anche in senso metaforico) per tutti i gusti.

Quale fornetto per pizza scegliere? La miglior cosa è farsi guidare dall’istinto e dalla razionalità in dosi uguali, della serie fifty fifty, perché se è vero che il primo impatto sarà visivo e porterà a scegliere ‘di pancia’ è altrettanto vero che si dovrà chiamare in causa la ragione per valutare gli aspetti oggettivi che sommati danno il quadro e la somma dei pregi e difetti di un prodotto. Non si può comprare a scatola chiusa, pertanto nella scelta giocherà la parte razionale nella valutazione dei requisiti specifici del modello e quella emotiva che si baserà, invece, sul feeling a prima vista.